Niente

Cosa stai facendo? Niente. (bah)

A cosa stai pensando ? A niente. (impossibile)

Cosa puoi fare? Niente. (punti di vista…sempre)

Cosa ti andrebbe di fare? Niente. (sicura?)

Niente, che termine orribile! Che sensazione opprimente !!

La sensazione del “niente” quel fastidioso, subdolo malessere che ti coglie di sorpresa, ti serpeggia lungo il collo, sulle spalle, lungo la colonna vertebrale e lì, proprio lì, prende coraggio…si scompone e se ne va all’avventura… esplora e conquista nuova territori. Occhi, orecchie, bocca, gambe, braccia, CERVELLO, CUORE e rende inerti, paralizzati…APATICI.

Fa paura il niente signori… quando si perde la voglia, l’interesse, la volontà…quando la resa si avvicina e la speranza si allontana…quando la stanchezza e la delusione prendono il sopravvento.

Quando si inizia davvero ad essere stanchi di sperare e lottare per cose che non solo sembrano sempre più irraggiungibili ma forse nemmeno esistono….quando pensieri sepolti in fondo al cuore riemergono dalle tenebre e vecchie insicurezze ballano con loro, il NIENTE ARRIVA SIGNORI.

Il gioco del destino

L’ultimo mese della mia vita è stato un intenso uragano di emozioni.

Come ci cambiano le emozioni…come influenzano ogni singolo aspetto della nostra vita.

Un istante, una decisione impulsiva, una coincidenza…destino o casualità?

Siamo noi a decidere o il nostro destino è scritto?

Se devo essere sincera non mi sono mai soffermata troppo sull’argomento eppure in questi ultimi giorni non riesco a togliermi dalla testa l’idea che niente, ma proprio niente accada per caso…

Ogni persona che incontriamo, in un dato tempo, momento, luogo ha una ragione ben precisa per essere entrata a far parte della nostra vita…

Come dice la mia amica Sara :< la vita è un treno in corsa. Ci sono persone che viaggiano per una stazione, alcune ne percorrono un tratto, altre arrivano a destinazione>.

Tutto ha un senso, tutto arriva al momento giusto e niente accade per caso.

Non sono mai stata tanto convinta di questa cosa.

Ritengo di essere una persona iper emotiva, incasinata e leggermente paranoica ma sono grata, sinceramente grata per tutto quello che mi è capitato; ogni incontro, difficoltà, ostacolo, sorriso.

Non sono la donna che vorrei essere MA non sono la stessa persona di ieri e domani non sarò quella di oggi.

Sto crescendo, sto imparando e ho fiducia.

Tutto accade per una ragione

Roby