Dieci anni di vita in un secondo

Questa mattina mi sono svegliata e c’era il sole…faceva caldo…finalmente la primavera era arrivata e nonostante tutti i problemi…la litigata e le incomprensioni con il mio ragazzo ero felice, ero positiva…speranzosa del fatto che tutto si potesse risolvere perché tutto è possibile in una giornata così bella!

Primavera, sole, Pasqua, famiglia,uova di cioccolato, amore ma… pesce d’aprile!

Scherzo di pessimo gusto….ironia bastarda….

Mentre il mio ragazzo stava entrando nella mia via in macchina un ragazzo ubriaco ad altissima velocità si è schiantato contro di lui provocando un terribile incidente.

Ho assistito alla scena, sentito il boato…atteso che riuscisse a carponi ad uscire dall’automobile.

Il terrore,quello vero…quello autentico, quello che ti porta a perdere dieci anni di vita tutti in un colpo.

Sono in pronto soccorso….in attesa…il tempo non passa mai!

Io amo questo casino di ragazzo e ho una paura immensa di poterlo perdere!

Il senso di colpa per aver litigato la sera prima, il senso di colpa per il luogo nel quale l’incidente è avvenuto, il motivo per il quale lui era lì.

Scrivo per paura, scrivo per necessità, scrivo per disperazione…ho paura…!