Specchio

Ti fermi mai a guardarti allo specchio? Senza trucco, senza filtri senza inganno senza fretta e senza vanità.Ci sei solo tu e il tuo riflesso. Quello che sei esattamente in quell’istante. Lo sai chi sei? Lo sai quello che vuoi? Lo sai quello che ti è capitato? Chi sei diventata?I tuoi pregi, i tuoi difetti, tu. Ti piace quello che vedi? Quanto può reggere il tuo sguardo? Sei fiera di te? Guardati e rifletti. Domani è un altro giorno.

12 Settembre

Il 12 settembre 2020 ho giurato a me stessa che sarebbe stata l’ultima volta.

Mentre mi mordevo forte il braccio per cercare inutilmente di tirare fuori un po’ di quel dolore e rabbia che mi stavano lacerando o quantomeno sentire, vedere una ferita che potevo gestire o controllare giuravo a me stessa che sarebbe stata l’utilma volta e mentre lo facevo travolta da paura, rabbia, angoscia mi preoccupavo per te.

Quante volte mi ero gia fatta questa promessa e quante volte l’alvevo già infranta solo io posso saperlo…tu potresti solo immaginarlo.

La verità è che tu non smetterai mai di ferirmi…mai.

Il tuo ricordo è una pugnalata. Il mio amore, la mia debolezza, la tua indifferenza, i miei errori.

Il passato ci rende ciò che siamo.

Come si può amare qualcuno se non si ama se stessi? Ci si perde.

Chi sono oggi?  Non quello che vuoi, non quello che io voglio… fragile, incompleta ma libera di essere.

Donne

Bambine, adolescenti, Donne.

Donne viviamo in una società che fin da piccole ci bombarda con stereotipi di ogni tipo e contrastanti l’uno con l’altro su come dovrebbe essere, comportarsi, porsi o esporsi alla vita la Donna perfetta. Casalinga, devota, accondiscendente, mite, silenziosa oppure forte, emancipata, caparbia, indipendente,empatica, testarda e sicura di sé.

La Donna perfetta non esiste…ognuna ha il proprio speciale modo contorto di essere meravigliosamente se stessa nel bene come nel male.

Nessuna persona mai donna o uomo che sia dovrebbe essere paragonato ad un altro.

Donne…donne del 2020. Donne che vivono, convivono e combattono ogni giorno una società ipocritamente aperta e incline alla parità dei sessi. Cavolata ma questo lo sappiamo tutti. Quello che oggi voglio scrivere e cercare di comunicare è la fragilità che si nasconde dentro ogni donna di ieri ma ancora di più di oggi. Una donna che deve necessariamente mostrarsi FORTE, emancipata, indipendente, cinica e spesso superficiale per poter sopravvivere alla società che ci circonda ma tanto bisognosa di affetto e comprensione da crollare al contatto di uno sguardo un poco più attento o un gesto appena più tenero. Donne di età, stazza,vissuto diverso che guardandosi negli occhi si ritrovano in ciò che sono, sono state, vorrebbero essere o evitare a chi ancora può crescere in modo diverso. Donne noi siamo il futuro e noi per prime se non altri dovremmo imparare a darci valore.

Non sono una santa

Non sono diventata insensibile. Non sono “fredda” e nemmeno “vuota” solo stanca.

Sono nata nell’epoca sbagliata.

Ho 26 anni e non sono una santa.

Ho commesso errori e fatto scelte discutibili. Ho agito di testa mia senza ascoltare il parere delle persone a me vicine. Sono “caduta” e sbattuto la testa più e più volte. Mi sono dimenticata che nella mia vita la persona più importante devo essere io perché senza la stima e il rispetto verso me stessa la vita perde di significato.

E finita la quarantena.

La vita ha lentamente ricominciato a scorrere e tornare alla regolarità con tutto ciò che di bello e brutto ogni giorno ci propone e tutto ciò che durante la quarantena era stato messo in pausa è inevitabilmente tornato alla luce. Che fatica… Io volevo credere che le persone avrebbero utilizzato quel tempo per riflettere o forse anche solo provare a diventare “migliori” così non è…io non credo di essere diventata “migliore” solo cresciuta. Non sono più disposta a soffrire per chi di me non ha rispetto, cura…amore. Non ho più tempo per inseguire chi non vuole essere raggiunto o chi mi usa solo per il proprio tornaconto personale. Ho quasi imparato a stare bene con me stessa a darmi un’importanza e forse sarò egoista ma è così che voglio essere. Cerco la serenità.